Lo sai la senza pubblicità non prendiamo schei? dei fa puito!

Come disabilitare adblock
-

I cognomi Veneti: ci dicono da dove veniamo

I cognomi Veneti: ci dicono da dove veniamo
RAGIONA VENETO, il blog di cultura Veneta di Alessandro Mocellin, Presidente di Academia de ła Bona Creansa e Direttore di Academia de ła Łengua Veneta.


Il Veneto è una zona ad alta densità: qui tutto si concentra. Il tanto sta nel poco. Il piccolo ha grandi doti. Il talento locale è una fortuna globale.

È proprio qui che in pochi chilometri si concentrano moltissimi di ecosistemi diversi, decine di centri caratteristici, e millenni di Storia, in una geografia che va dalle Dolomiti al Delta del Po, e dal Garda alla Laguna.

Tutta questa biodiversità ha probabilmente ispirato una grande culturodiversità, che noi amiamo.
Pertanto, dove tutto è grande nel piccolo, i Veneti hanno sviluppato la precisione, la necessità di capire una cosa fondamentale: “ti, da ndove viento?

Lo Stato Veneto

Più che in ogni parte d'Italia, forse d'Europa, forse del Mondo, forse dell'Universo – sì, parché i Veneti i pensa in grando, anca masa tante volte – solo qui in Veneto siamo pieni di cognomi basati sulla provenienza, non solo “estera” (“Todesco”, “Francioso”, “Grego”, ...) ma anche interna.

Questo è indice anche di una grande mobilità interna dei Veneti, che non era una cosa scontata nei secoli passati.
Se vuoi trovare famiglie di “Trevisan”, vai a Vicenza, a Padova o a Venezia (oggi il termine lo scriviamo “Trevizan”, stessa pronuncia ma grafia moderna).
Cerchi “Veneziano” (ossia “Venesian”)? Li trovi a Treviso, a Belluno, a Verona.
E i “Veronese” (oggi “Veroneze”)? Li trovi a Vicenza, a Venezia, a Padova, a Rovigo.
Dove invece i “Visentin” (in veneto moderno “Vizentin”)? Soprattutto a Treviso, ma anche a Verona e a Padova.
Lo stesso ovviamente per “Padoan / Pavan”, “Feltrin”, e altri, come “Furlan” e “Bressan” (oggi “Bresan”), cioè da Brescia, che era parte della Repubblica Veneta, come lo era il Friuli.

I cognomi demotici dei veneti

E perché questo? Perché per i Veneti non esiste il concetto di “straniero”, bensì quello di “foresto.

Straniero”, sarebbe uno estraneo, ma anche strano (“stranjo”, in veneto).
Foresto” è invece semplicemente uno che “el vien da fora. Non è un giudizio negativo di valore (sei strano), bensì una constatazione oggettiva di provenienza (non sei di qui).

Forse il famoso detto “dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”, per i Veneti potrebbe essere diverso: “dime da ndove che te vien, séntate zo che se femo un spris e te me conti”.

____________________________________________________________
Vuoi conoscere meglio la Lingua Veneta?
Vuoi imparare a scriverla, “parché a parlarla i ze boni tuti, ma scrìvarla ben l'è tuta n'altra roba?

Iscriviti a uno dei nostri famosi “Corsi de Veneto”!
I corsi si fanno in 7 incontri serali. In maniera divertente e giovanile:
- viene spiegato perché il veneto è una lingua,
- si mostra in cosa assomiglia all'italiano e in cosa invece all'inglese o al francese o allo spagnolo,
- e infine si fa pratica di scrittura, imparando le regole base e i trucchetti per non sbagliare.

I Corsi sono organizzati dalla “Academia de ła Bona Creansa – Academia de ła Łengua Veneta” e si tengono in tutte le province venete: ne abbiamo fatti già 40, con oltre 800 partecipanti!
Academia de ła Bona CreansaAcademia de ła Łengua Veneta
Sei interessato a partecipare ai prossimi corsi che partiranno?
Vuoi organizzare un Corso nel tuo comune?

Contattaci tramite la pagina FaceBook https://www.facebook.com/academiabonacreansa/
oppure scrivi un messaggio sms o whatsapp col tuo nome e il tuo comune di residenza al 333-6287484.
__________________________________________________________________

Nota: le immagini sulla diffusione del cognome sono elaborate a partire dai dati offerti da www.mappedeicognomi.it, che ringrazio.

Ti é piaciuto?! Puoi continuare a navigare il sito se vuoi!